Change language

Migliori film su truffe o rapine

Migliori film su truffe o rapine

La truffa è un fenomeno di grande attualità. Le arti della fiducia hanno illuminato Hollywood e i network e gli streamer sono praticamente invasi da contenuti su truffatori, truffatrici e truffati. Solo quest'anno, gli spettatori affamati di truffe hanno ricevuto Inventing Anna, The Tinder Swindler, WeCrashed, Super Pumped: The Battle for Uber, The Dropout, Worst Roommate Ever, Bad Vegan e The Thing About Pam.

Potrebbe sembrare molto – e lo è per pochi mesi di programmazione – ma la verità è che truffe e truffatori hanno ispirato film, spettacoli e documentari per anni. Se siete tra coloro che non ne hanno mai abbastanza delle contorte giustificazioni di Elizabeth Holmes o che amano guardare dietro le quinte degli schemi piramidali, ecco altri 17 spettacoli, film e documentari da vedere.

Arte e artigianato (2014)

Migliori film su truffe o rapine: Art And Craft (2014)

Documentario del 2014, acclamato dalla critica, su uno dei falsari d'arte più incredibilmente prolifici della storia, Art And Craft segue i 30 anni di carriera di Mark Landis, che ha trascorso anni a derubare qualsiasi cosa, dai maestri del Rinascimento a Walt Disney. Il colpo di scena? Non lo faceva per soldi, almeno non per se stesso. Al contrario, Landis ha donato molte delle sue opere a noti musei e istituzioni d'arte, invitandoli a esporre le opere o a impegnarle per rimpinguare le loro casse. Alla fine è stato scoperto, naturalmente, ma non prima che le sue opere fossero state viste inconsapevolmente da migliaia di persone che si sono meravigliate della loro grazia e bellezza.

Potrai mai perdonarmi (2018)

Migliori film su truffe o rapine: Can You Ever Forgive Me (2018)

Melissa McCarthy e Richard E. Grant offrono una doppietta di grandi interpretazioni in Can You Ever Forgive Me, un film del 2018 su un altro famoso falsario, Lee Israel. Conosciuta per le sue finte lettere intelligenti e intime, che si presume siano state scritte da celebrità e personaggi letterari di vecchia data, la Israel ha usato la sua "arte" per mantenersi per buona parte dei primi anni '90. Can You Ever Forgive me ripercorre a grandi linee quel percorso, dando agli spettatori uno sguardo a come la Israel di McCarthy tocca il fondo prima di trovare un falso senso di fama e sicurezza attraverso il suo lavoro.

Prendimi se puoi (2002)

Migliori film su truffe o rapine: Catch Me If You Can (2002)

Leonardo DiCaprio ama i truffatori. In Catch Me If You Can, il primo dei suoi due film in questa lista, DiCaprio interpreta Frank Abagnale Jr, un adolescente astuto che è riuscito a fingersi medico, avvocato e copilota di un jet di linea prima ancora di avere il diritto di voto. Inseguito dall'agente dell'FBI Carl Hanratty, interpretato da Tom Hanks, Abagnale Jr. ha usato le sue abilità di falsificazione per emettere assegni scoperti (ricordate che tutto ciò avviene negli anni '60, quando si potevano fare questo genere di cose) e alla fine ha guadagnato vagonate di dollari dalle banche. L'FBI arresta il suo uomo, naturalmente, ma c'è un post scriptum: Dopo la prigione, Abagnale Jr. ha vissuto una vita lunga e produttiva lavorando come uno dei più importanti esperti di frodi al mondo. Chi ha detto che il crimine non paga?

Dirty John prima stagione (2018) e Dr. Death (2021)

Migliori film su truffe o rapine: Dirty John season one (2018) and Dr. Death (2021)

Due serie scomode da digrignare i denti (in senso buono) ispirate ai podcast, Dirty John e Dr. Death vedono rispettivamente Eric Bana e Joshua Jackson nei panni di medici professionisti con mega-problemi. La prima stagione di Dirty John è nata da un podcast del Los Angeles Times che raccontava la storia del manipolatore e vendicativo John Meehan, che si era invaghito di una donna di nome Debra Newel (Connie Britton). Alla fine si sono sposati, nonostante le obiezioni dei figli di lei, e a quel punto le cose hanno cominciato ad andare male. I risultati sono terrificanti e tragici e dovrebbero indurre chiunque a chiedersi fino a che punto si spingerebbe per credere davvero a una bugia.

Dr. Death, invece, parla di un fallimento catastrofico di tipo diverso. Descritto per la prima volta in un podcast di Wondery, Dr. Death segue il Dr. Christopher Duntsch di Jackson, un neurochirurgo texano che si credeva fosse il nuovo grande talento, ma non lo è stato. Rifiutando di accettare i propri fallimenti, Duntsch va avanti, ferendo e mutilando innumerevoli pazienti in interventi chirurgici davvero terribili. La cosa peggiore? Gli ospedali continuano a concedergli privilegi e Duntsch continua ad andare avanti. Alla fine viene sconfitto da un team di medici interpretati da Alec Baldwin e Christian Slater (che, tra l'altro, è presente anche in Dirty John, seconda stagione) e da uno spietato avvocato interpretato da AnnaSophia Robb, ma non prima di aver reciso il midollo spinale del suo fidato migliore amico.

Gli occhi di Tammy Faye (2021)

Migliori film su truffe o rapine: The Eyes Of Tammy Faye (2021)

Interpretato da Jessica Chastain nel ruolo che le è valso l'Oscar, The Eyes Of Tammy Faye è un film appena uscito nelle sale ispirato alla vita dei televangelisti Jim e Tammy Faye Bakker. Alimentata dal potere del Signore, la Tammy della Chastain incontra, si innamora e sale alla ribalta insieme al Jim Bakker di Andrew Garfield. Ricoperta da un trucco sempre più pesante, Tammy lotta per andare avanti nel mondo evangelico, solo per scoprire alla fine che Jim è stato infedele al loro matrimonio (e a Dio) e ha truffato i loro amati sostenitori con milioni di dollari. Si discute, naturalmente, su quanto Tammy sapesse o abbia scelto di ignorare, ma alla fine Jim ha trascorso un periodo significativo in carcere per i suoi crimini.

Fyre Fraud (2019) e Fyre: The Greatest Party That Never Happened (2019)

Probabilmente i documentari che hanno scatenato la recente truffa-mania dello streaming, Fyre Fraud e Fyre: The Greatest Party That Never Happened ripercorrono la nascita, l'esecuzione e il fallimento catastroficamente esilarante del Fyre Festival. Un presunto festival musicale di lusso alle Bahamas, diventato virale nel 2017 per quanto fosse in realtà terribile, il Fyre Festival è stato emblematico dell'occasionale vacuità della cultura degli influencer e del marketing degli stili di vita. Sebbene entrambi i documentari seguano le manchevolezze del festival – tra cui, ma non solo, Ja Rule, la merda degli uccelli, gli assegni scoperti, il razzismo e il colonialismo appena velati, le tende della FEMA e i tristi panini al formaggio – hanno anche i loro pregi e difetti. Se volete avere un quadro completo di ciò che è successo, guardateli entrambi e cercate di analizzarli da soli.

Hustlers (2019)

Sì, Hustlers parla di spogliarelli, ma in realtà è molto di più. Jennifer Lopez e Constance Wu sono le protagoniste del film del 2019 ispirato a un articolo del New York Magazine di Jessica Pressler, che ha scritto anche il pezzo che ha ispirato Inventing Anna. (La scappatella delle donne in cima è una storia di ubriachi e carte di credito rubate, fino a quando, naturalmente, tutto va troppo oltre e non è più divertente. Anche la truffa più giustificata, alla fine, deve andare un po' storta.

Mi interessa molto (2021)

Migliori film su truffe o rapine: I Care a Lot (2021)

Odiate gli anziani? Allora I Care a Lot fa per voi. La commedia nera, fittizia ma fattibile, vede Rosamund Pike nei panni di Marla Grayson, una figura spocchiosa e spietata che ha fatto fortuna sfruttando gli anziani. Dopo aver individuato un bersaglio facoltoso, fa in modo che il tribunale lo dichiari legalmente incompetente, nominandolo tutore legale. Li fa rinchiudere in una struttura di vita assistita al di sotto degli standard, svuota i loro conti e liquida i loro beni, e poi in pratica aspetta che muoiano. Sfortunatamente per Grayson, sceglie il bersaglio sbagliato nella Jennifer Peterson di Dianne Wiest, che sembra essere la madre segreta di un signore del crimine interpretato da Peter Dinklage. Ne consegue un tira e molla legale, seguito da un round dopo l'altro di intrighi e di sfide. È deliziosamente subdolo, a patto che non si pensi a quanto spesso questo accada alle persone nella vita reale.

L'inventore: Sangue a fiumi nella Silicon Valley (2019)

Migliori film su truffe o rapine – The Inventor: Out for Blood in Silicon Valley (2019)

Il documentario che ha fatto conoscere a gran parte del mondo il culto della personalità monotona nota come Elizabeth Holmes, The Inventor: Out for Blood in Silicon Valley descrive nel dettaglio gli strati di truffe a cipolla messi in piedi dalla Holmes nel corso della sua carriera. Guardando il documentario, è difficile immaginare come qualcuno possa essersi innamorato della Holmes, eppure lo hanno fatto in centinaia, se non in migliaia, comprese le persone che stanno dietro ad alcune delle più grandi società di venture capital della Silicon Valley. Non c'è da stupirsi se Holmes è stata recentemente condannata per frode e rischia fino a 80 anni di carcere.

LuLaRich (2021)

Un altro documentario dei creatori di Fyre Fraud, LuLaRich prende qualcosa di apparentemente innocuo – leggings colorati e comodi – e smaschera l'ampio e incredibilmente deprimente schema piramidale che si cela dietro uno dei maggiori sostenitori dell'abbigliamento. Il documento solleva il proverbiale sipario non solo sulla natura pervasiva degli schemi di marketing multilivello, soprattutto tra le donne, ma si occupa in particolare di LuLaRoe, un'azienda di abbigliamento femminile che è passata dal guadagnare 1 miliardo di dollari nel 2016 a essere citata in una massiccia azione legale collettiva nel 2017.

McMillions (2020)

Ogni conoscitore di cultura degno di nota conosce il Monopoly di McDonald's. Il gioco annuale del fast-food "Raccoglili tutti" mette in palio grandi premi incoraggiando i clienti a raccogliere più pezzi del gioco comprando più cibo. Tuttavia, dal 1989 al 2001, molti dei premi più importanti del gioco erano praticamente impossibili da vincere, un fatto che viene illustrato in modo colorito nel corso della docuserie McMillions. Nel corso di sei episodi, la serie si avvale di interviste agli addetti ai lavori per scoprire gli assurdi inghippi che hanno portato uno dei creatori del gioco a truffare il sistema, che si supponeva non truccabile, per circa 24 milioni di dollari. Chiunque sia affamato di programmi sulle truffe potrà sicuramente fare un pasto con questo delizioso e ridicolo caso di frode.

Operazione Varsity Blues: Lo scandalo delle ammissioni al college (2021)

Migliori film su truffe o rapine – Operation Varsity Blues: The College Admissions Scandal (2021)

Sembra quasi ieri che il mondo ha scoperto che Lori Loughlin e Felicity Huffman hanno pagato un tizio per far entrare i rispettivi figli al college. Da allora sono entrate e uscite di prigione per i loro crimini, tutti dettagliati in Operazione Varsity Blues. Il film, un misto di documentario e ricostruzione, vede Matthew Modine nei panni di Rick Singer, l'uomo che ha agito come il capo di tutta l'operazione e che ora rischia fino a 65 anni di carcere dopo aver aiutato quelli che lui stima essere circa 750 ragazzi a entrare – che lo sapessero o meno – in college e università di tutto rispetto. Se conoscete la storia, il documentario non apre nuovi orizzonti, ma ciò non significa che non sia comunque un'ottima visione.

Queenpins (2021)

Anche se si presenta come una commedia stravagante con protagonisti Kristen Bell e Kirby Howell-Baptiste, Queenpins è in realtà ispirato alla storia vera di tre donne dell'Arizona che hanno gestito una delle più grandi operazioni di frode di coupon contraffatti nella storia degli Stati Uniti. Nella vita reale, le donne riuscirono a sottrarre a società e aziende decine di milioni di dollari, e Queenpins non si allontana molto dalla realtà sotto questo aspetto. Il problema è la storia del film, che si affida troppo all'umorismo di bassa lega e a situazioni ridicole per portare avanti la trama, mentre la realtà della truffa sarebbe stata abbastanza divertente.

Il mago delle bugie (2017)

Migliori film su truffe o rapine: The Wizard Of Lies (2017)

Le stelle si sono allineate per realizzare The Wizard Of Lies, biopic di prestigio della HBO sul defunto Bernie Madoff, re delle truffe di New York. Robert De Niro interpreta l'impresario di Wall Street Madoff, che ha corteggiato l'élite di New York insieme alla moglie Ruth (Michelle Pfeiffer) per quasi 50 anni, prima che nel 2008 venisse rivelato che il suo impero era in realtà un enorme schema Ponzi, il più grande della storia. La rivelazione di Madoff portò a perdite multimiliardarie a Wall Street e il truffatore fu condannato a una pena che equivaleva essenzialmente all'ergastolo. Non è il miglior lavoro di De Niro, ma Madoff è un affascinante uomo di fiducia, soprattutto se si considera la ricchezza e la statura che è riuscito in qualche modo a raggiungere.

Il lupo di Wall Street (2013)

Migliori film su truffe o rapine: The Wolf of Wall Street (2013)

A proposito di Wall Street: Leonardo DiCaprio interpreta ancora una volta un carismatico truffatore in The Wolf of Wall Street, che drammatizza l'ascesa e la caduta (e la risalita) dell'agente di borsa Jordan Belfort. Un truffatore di azioni al centesimo specializzato in operazioni di pump-and-dump, Belfort ha vissuto la bella vita insieme all'amico e socio d'affari Donnie Azoff (Jonah Hill), prima di andare in fiamme in modo spettacolare alla fine degli anni '90, dopo che l'IPO di Steve Madden, tra tutte le cose, ha puntato i riflettori degli investigatori federali sugli affari della coppia. DiCaprio e Hill sono incredibilmente credibili nei panni dei farabutti, oltre che incredibilmente divertenti.

Scritto da Michael Zippo

Michael Zippo, Webmaster ed editore appassionato, si distingue per la sua versatilità nella divulgazione online. Attraverso il suo blog, esplora argomenti che vanno dal patrimonio delle celebrità alle dinamiche aziendali, all'economia e agli sviluppi dell'IT e della programmazione. La sua presenza professionale su LinkedIn - https://www.linkedin.com/in/michael-zippo-9136441b1/ - riflette la sua dedizione al settore, mentre la gestione di piattaforme come EmergeSocial.NET e theworldtimes.org evidenzia la sua esperienza nella creazione di contenuti informativi e tempestivi. Coinvolto in progetti significativi come python.engineering, Michael offre un'esperienza unica nel mondo digitale, invitando il pubblico a esplorare con lui le molteplici sfaccettature online.

News

News archive

4/2024 » 3/2024 » 2/2024 » 1/2024 » 12/2023 » 11/2023 » 10/2023 » 9/2023 » 8/2023 » 7/2023 » 6/2023 » 5/2023 »